BIBLIOTECA


I CONCETTI CHIAVE DEL CLIMA

Di seguito riportiamo le varie definizioni di alcuni concetti chiave del clima.
Per le note numerate si rimanda a fine pagina.


CAMBIAMENTI CLIMATICI

Un cambiamento nello stato del clima che può essere identificato (ad esempio, utilizzando test statistici) da cambiamenti rispetto alla media e / o alla variabilità delle sue proprietà, e che persiste per un periodo prolungato, tipicamente decenni o più.Il cambiamento climatico può essere dovuto a processi naturali interni o a forzature dall’esterno, quali per es. modulazioni dei cicli solari, eruzioni vulcaniche, e a cambiamenti antropogenici continuo nella composizione dell’atmosfera o di uso del suolo. (1)
La Convenzione quadro sui cambiamenti climatici (UNFCCC), all’articolo 1, definisce il cambiamento climatico come: “un cambiamento di clima attribuito direttamente o indirettamente all’attività umana che altera la composizione dell’atmosfera globale e che si aggiunge alla variabilità naturale del clima osservata in periodi di tempo comparabili”.

ADATTAMENTO

Il processo di adeguamento al clima in atto o prevedibili e il suo effetto. Nei sistemi umani, l’adattamento cerca di moderare o evitare danni o sfruttare opportunità benefiche. In alcuni sistemi naturali, l’intervento umano può facilitare la regolazione del clima e dei suoi effetti attesi. (1)
L’adattamento significa anticipare gli effetti del cambiamento climatico e prendere le misure necessarie per prevenire o ridurre al minimo i danni che possono causare o sfruttare le opportunità. La capacità degli amministratori, a livello locale e a livello internazionale, di inserire degli elementi di adattamento nelle proprie strategie può far risparmiare sui costi dei danni legati ai cambiamenti climatici in futuro.L’adattamento non deve essere eseguito in modo isolato dalle politiche esistenti (per esempio legislazione, sistemi di finanziamento), strutture di gestione (ad esempio reti) e processi (ad esempio nel processo decisionale). Così, per consentire sinergie, gli strumenti in essere rilevanti per l’adattamento dovrebbero essere rivisti e modificati per far fronte agli impatti attuali e futuri del clima, anche valutando le migliori pratiche di gestione del rischio di catastrofi. L’integrazione dell’adattamento attraverso la revisione e la modifica di strumenti esistenti o – se necessario – con la creazione di nuovi, non è limitata al settore ambientale o all’autorità pubblica; si riferisce anche a settori economici e organizzazioni private. (3)

MITIGAZIONE

Mitigazione dei cambiamenti climatici: un intervento umano per ridurre le fonti o migliorare i pozzi di gas ad effetto serra.Mitigazione di rischi di catastrofi e disastri: la diminuzione dei potenziali impatti negativi dei rischi fisici (compresi quelli che sono indotti dall’uomo) attraverso azioni che riducono il pericolo, l’esposizione e la vulnerabilità. (1)

RESILIENZA

La capacità di un sistema sociale o ecologico e delle sue componenti per far fronte agli shock pericolosi e sollecitazioni in modo tempestivo ed efficiente rispondendo, adattando e trasformando in modo da ripristinare, mantenere e persino migliorare le sue funzioni essenziali, le strutture e l’identità pur mantenendo la capacità di crescita e cambiamento. (1)

Vulnerabilità

La propensione o la predisposizione a essere influenzati negativamente. La vulnerabilità comprende una varietà di concetti ed elementi tra cui la sensibilità o la suscettibilità al danno e la mancanza di capacità di far fronte e di adattarsi. (1)

Mainstreaming

Affinchè l’adattamento ai cambiamenti climatici e la mitigazione possano diventare sostenibili e applicabili a larga scala, devono essere incorporati, integrati o diventare “mainstreaming” nell’apparato della politica dei governi.Nel contesto del cambiamento climatico, ‘mainstreaming’ si riferisce all’inlcusione dell’aspetto climatico in programmi di sviluppo, politiche o strategie di gestione, già stabilite o in stato di attuazione, piuttosto che lo sviluppo di iniziative di adattamento e mitigazione attivate separatamente. (2)

Riferimenti:
1) ‘Climate Change 2014: Impacts, Adaptation, and Vulnerability’,Annex II WGII, 2014, IPCC
2) How to Mainstream Climate Change Adaptation and Mitigation into Agriculture Policies, 2009, by Bockel, L., FAO
3) European Agency for Environment, Climate-Adapt Platform, http://climate-adapt.eea.europa.eu/knowledge/tools/adaptation-support-tool

N.B: Le definizioni sono liberamente tradotte dall’inglese: si faccia riferimento al testo in inglese per le definizioni ufficiali.

LINKS UTILI


A LIVELLO INTERNAZIONALE

IPCC Intergovernmental Panel on Climate Change
Climate Change 2014: Impacts, Adaptation, and Vulnerability
http://www.ipcc.ch/report/ar5/wg2/

 

IN EUROPA

Adaptation to climate change (ENG)
link (PDF)

The EU Strategy on adaptation to climate change (ENG)
link (PDF)

What is the Climate-adapt Platform
link (PDF)

The European Climate Change Adaptation Platform: Climate-ADAPT
http://climate-adapt.eea.europa.eu/

Adaptation in Europe – Addressing risks and opportunities from climate change in the context of socio-economic developments (ENG)
http://www.eea.europa.eu/publications/adaptation-in-europe

Climate change, impacts and vulnerability in Europe 2016
http://www.eea.europa.eu/publications/climate-change-impacts-and-vulnerability-2016

 

IN ITALIA

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti climatici (SNAC)
link (PDF)

Documenti a supporto della Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti climatici
– Rapporto sullo stato delle conoscenze scientifiche su impatti, vulnerabilità ed adattamento ai cambiamenti climatici in Italia”;
– “Analisi della normativa comunitaria e nazionale rilevante per gli impatti, la vulnerabilità e l’ adattamento ai cambiamenti climatici”;
– “Elementi per una Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici” (PDF).

 

ISPRA

Gli indicatori del Clima in Italia nel 2015 – IX Edizione
link (PDF)

De Siato et al, Stato dell’Ambiente 58/2015 ISPRA, ‘Il clima futuro in Italia – Analisi delle proiezioni dei modelli regionali’
link (PDF)

 

REGIONE LOMBARDIA E FONDAZIONE LOMBARDIA PER L’AMBIENTE

Linee Guida per un Piano di Adattamento ai Cambiamenti climatici in Regione Lombardia
link

Strategia Regionale di adattamento ai Cambiamenti climatici della regione Lombardia (sintesi)
link

Documento di Azione Regionale per l’adattamento al cambiamento climatico in Lombardia
link

 

ALTRI LINKS

Intergovernmental Panel on Climate Change
United Nations Framework Convention on Climate Change
European Commission Directorate-General for Climate Action
European Commission Joint Research Centre
European Topic Centre on Climate Change Impacts, Vulnerability and Adaptation
Copernicus climate change service
European Centre of Disease Prevention and Control
World health organization Europe
UN Regional office for disaster risk reduction